Perchè un sito da 400 euro non è fattibile

Perchè un sito da 400 euro non è fattibile
Menu

Inizia il tuo progetto

CS Blog Perchè un sito da 400 euro non è fattibile

Con questo articolo desideriamo uscire dai nostri schemi ed analizzare una delle offerte presenti in rete per la realizzazione di un sito web definito "professionale" a meno di 400€ e raccontare l'esperienza di una cliente, nella speranza che questo racconto possa essere da monito ad altri senza incappare in situazioni analoghe così da affidarsi a dei veri professionisti del settore.

 

Il Caso:

E' fine Luglio e veniamo contattati da una cliente, che per tutelare la sua riservatezza chiameremo "Paola"; disperata per la mancanza di risposta e collaborazione da parte del webmaster incaricato che non porta a temine il proprio compito. Ma partiamo dall'inizio; Paola desidera creare il proprio blog per recensire libri e la sua scelta ricade su un webmaster presentatole da una conoscente come persona preparata nel settore. 

Il webmaster, a suo dire, vanta di uno staff di 14 persone ed una sfavillante carriera nel web che ha inizio nel '98. Forte, a suo dire, di 26 anni di esperienza (benchè il world wide web sia nato nel 1991), invia a Paola il preventivo costituito da (citiamo testualmente):

Totale: 399,99€

 

Per Paola questo è il suo primo sito web, nuova del settore come tante persone che desiderano approdare sulla rete, si affida al webmaster per essere supportata nella creazione della sua "nuova creatura". Comunica le proprie necessità ed ha inizio il progetto che però nel breve termine inizia a prendere una forma estetica e funzionale che non rispecchia quanto da lei richiesto. Non passa molto che le risposte ricevute dal professionista prendono una piega diversa:

Prima analisi visiva del sito web:

Entriamo in gioco noi:

Per assistere Paola la nostra indagine inizia dalla richiesta dei dati di accesso al sito web (login di Wordpress) e credenziali FTP, ma si palesa con immediatezza che i dati di login della cliente non dispongono dei permessi amministrativi (può solo creare articoli e fare minime modifiche) pertanto non possiamo intervenire in alcun modo. Alla richiesta dei dati di accesso al servizio di hosting il webmaster nega la consegna poichè sostiene di utilizzare la medesima per la gestione di altri domini (...). Data la risposta e le comunicazioni telefoniche fa credere che a monte sia presente un server dedicato, pertanto qualora il cliente richiedesse l'accesso, lui potrebbe comunicare esclusivamente il codice di autorizzazione per il trasferimento presso altro hoster altrimenti avrebbe accesso a tutti i domini mantenuti. Questo invaliderebbe il suo contratto di assistenza (non fornita, motivo per la quale si sta intraprendendo questa operazione), porterebbe alla disattivazione dei firewall del sito web (???), inoltre la licenza del tema e dei plug-in saranno da ritenersi escluse (???).

Poichè le risposte "creative" del professionista risultano poco convincenti, ci rendiamo conto che la realtà è ben diversa da quanto comunicatoci:

Fine dei giochi:

Prendiamo in mano la pratica per ottenere la proprietà del dominio diffidando il soggetto ad apportare variazioni al sito web. Chiediamo spiegazioni in merito al suo operato ma non ne avremo mai risposta. Il soggetto risponde solo "tutti i documenti sono stati inoltrati ad aruba come richiesto". Solo 24 ore successive alla conferma di passaggio il panorama è totalmente cambiato; il sito è stato modificato nel codice, nel database e nei contenuti ed ora presenta errori dalla prima pagina.

Questo il risultato del fantomatico professionista, un atteggiamento infantile che ha arrecato solo danni alla cliente.

Tutt'oggi sia noi che Paola ci chiediamo come mai tutta questa energia e rapidità nel danneggiare il sito web non sia stata canalizzata nel risolvere le reali problematiche del sito - ma probabilmente la risposta è nelle dubbie capacità del fantomatico esperto.

 

La realizzazione di un sito web è formata da diversi fattori e deve essere svolta da persone qualificate, Paola ha capito che 399,99€ sono solo offerte del supermercato sotto casa e non il costo di un servizio che si riassume in esperienza ed ore di lavoro.

 

Vuoi sapere se 399,99€ bastano per realizzare un sito web?

Ti basterà dividere l'importo per un costo orario, se il professionista dovesse chiedere 30€ orarie per il proprio operato significa che il tempo che dedicherà al progetto saranno approssimativamente 13 ore; più o meno un giorno e mezzo. Per realizzare un sito web professionale occorre molto più tempo per la cura dei dettagli estetici, dell'editing dei contenuti, dell'ottimizzazione sui motori di ricerca, che sono elementi fondamentali per realizzare un vero sito web professionale e certamente non è possibile ottenere un risultato apprezzabile in così poco tempo. 

Dietro a queste offerte da "mercato del pesce" (nella maggior parte dei casi) si nascondono persone che puntano ad ottenere ricavi da servizi extra o come in questo caso, a legare il cliente per poi richiedere costi alti di mantenimento annuo per assistenza e hosting, fino ad arrivare a richiedere soldi per plug-in alla scissione del contratto.

 

L'amarezza di una scarsa qualità rimane per lungo tempo, dopo che il piacere di un prezzo basso è stato dimenticato.
[Benjamin Franklin]

 

Noi non realizziamo siti web a 399,99€ semplicemente perchè non è possibile realizzare un progetto di qualità in un giorno e mezzo o poco più.

Visita il nostro portfolio e scopri come è fatto un sito web professionale e leggi le reali recensioni dei clienti che hanno scelto il nostro studio.

 

 

Inizia il tuo progetto
Autorizzo al trattamento dei dati (privacy policy)
Autorizzo la ricezione di proposte commerciali

Perchè un sito da 400 euro non è fattibile

Made in Bovisio Masciago - Italy
via Schiaparelli, 3 - 20813 Bovisio M.go (MB) - PI: 03970400960
+39 0362.1841003 | +39 339.3534559 | info@creative-studio.it
[privacy policy & cookie law]